PARTE è un progetto che nasce con l’intento di rompere quelle barriere che l’arte è già stata in grado di abbattere ma che spesso continuano a persistere. L’arte deve essere in grado di connettere le persone, chiunque può farne parte. L’arte è relazione, l’arte è P’ARTE.

ALICE SCASCIAFRATTI

 

 

La creatività e la curiosità per ciò che non conosco, mi hanno sempre spinto ad intraprendere diversi percorsi artistici, ad interessarmi in vari campi ed a sviluppare più di una disciplina. La mia “arte” è  colori, carta e pennelli, palcoscenico e sale di danza. 

Il liceo artistico è stato il primo passo per capire che l’arte era la mia strada ma sono stati gli anni passati alla Accademia di Belle Arti di Roma che inizio a guardare l’arte con occhio sperimentale cercando di far coincidere i miei percorsi. Mi piace pensare che l’arte sia un corpo unico in continua trasformazione condivisa da tutti; l’arte è vita in tutte le sue forme e dovremmo essere liberi di esprimerci senza barriere e senza vincoli, sono le persone stesse ad essere arte.

VERONICA MAZZA

 

Il mio percorso artistico non so in realtà quando nasce precisamente. Provengo da una famiglia di artisti, infatti, è da quando sono nata che respiro quest’aria d’arte. Non potevo fare altrimenti che intraprendere studi artistici. Con il tempo e con l’esperienza, ho capito che l’arte non è solo “fare”, ma anche “essere”. È per questo che potrò definirmi artista solo quando entrambe le parti faranno parte di me, solo quando esse saranno in connessione. Ecco, l’arte è per me uno strumento per trovare, a proprio modo, il modo.
Ho frequentato il liceo artistico, e poi l accademia di belle arti. I due anni prima della laurea sono stati per me decisivi, in quanto ho iniziato a capire che spesso, quasi sempre, oltre a quello che vediamo, c’è altro. Anzi la maggior parte delle volte, vediamo, ma non guardiamo. Non ce ne accorgiamo, ma siamo circondati da disegni, ed è da lì che si deve partire.