metropolitana
art magazine,  Arte Visiva

Arte metropolitana – il biglietto della metro come opera d’arte

Nomadismo metropoloitano, urban concept e tasti undergroup. Sono questi i concetti racchiusi e analizzati da Damiana Lo Presti attraverso le sue tessere. Infatti attraverso procedimenti meccanici di tipo ripetitivo e ingrandimenti, l’artista ci coinvolge visivamente proiettandoci all’interno dell’opera.

L’installazione consiste in un mosaico le cui tessere sono ricavate da 121 biglietti dell’Atac ritagliati. Le tessere riposizionate in maniera parzialmente e casuale creano una riproduzione ingrandita di 11 volte rispetto alla misura reale del biglietto. 

metro
biglietto

Per creare l’effetto di ingrandimento, il biglietto è stato analizzato e suddiviso in parti, basandosi sulle linee, sui disegni e sulle scritte che si trovano sulla superficie. Queste parti sono state ingrandite e composte da 121 parti di ogni singolo biglietto. Successivamente il mosaico é stato applicato tra due lastre di plexiglass trasparente. In questo modo il mosaico resisterà nel tempo e potrà essere guardato da entrambi i lati.

metro

L’uso dei biglietti in quest’opera rappresenta il complesso rapporto tra collettività e individualità, per questo il singolo biglietto viene scomposto e mischiato alle parti degli altri. Il titolo di viaggio è destinato ad un uso personale e limitato nel tempo, è quindi simbolo di una singola esperienza individuale. Mettere insieme tante di queste esperienze, fino a tessere un tappeto, rappresenta la condivisione in armonia da parte della società del luogo pubblico in cui consiste il mezzo di trasporto

Le vite delle persone si incrociano in questi luoghi allo stesso tempo così significativi e insignificanti per noi, e nella nostra solitudine siamo tutti fisicamente in un unico luogo, in cui coabitiamo come una grande famiglia di nomadi sconosciuti.

metro

Per altre curiosità sul mondo dell’arte, clicca qui !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *